.
Annunci online

  sergioragone [ Se non si scrive perchè si pensa, è inutile pensare a fin di scrivere. ]
 
students
 


Tr3nta.com | Change. We are in.

Promuovi anche tu la tua Pagina
www.flickr.com
eupicture's items Go to eupicture's photostream



2 febbraio 2006

Senato studenti

Esprimiamo la nostra piena soddisfazione - dichiarano l'associazione stiudentesca Uniti Unibas e il movimeto studentesco Regionale Lucanianet_Students- per l'elezione della presidenza del senato Studenti e della sua vice Presidente Lucia Tilio rappresentante degli studenti della facoltà di ingegneria del movimento regionale Lucanianet_Students

E' per noi un'ottimo punto di partenza dal quale rilanciare la necessità di riscrivere una nuova idea di Cittadinanza studentesca dentro e fuori l'unibas.
Serve una nuova cittadinanza studentesca che inglobi e potenzi il diritto costituzionale degli studenti capaci e meritevoli di arrivare ai più alti gradi degli studi anche se provenienti da famiglie non abbienti ma che non si fermi qui. Gli studenti sono il soggetto debole dell’autonomia e occorre tutelarne i diritti.
Un altro aspetto cruciale è l'attenzione agli studenti più bravi. sarebbe conveniente stimolare la messa a punto di iniziative destinate ad individuare e sostenere gli studenti che ottengono i migliori risultati.

L'università, la città e la Regione  hanno una responsabilità enorme per garantire che gli anni trascorsi negli studi universitari formino al meglio professionisti e cittadini.
Ma una piena cittadinanza studentesca passa inevitabilmente attraverso il peso che gli studenti hanno negli organi di rappresentanza.
A differenza delle altre esperienze accademiche, senza far riferimenti ai grandi atenei, il nostro ateneo applica ancora un regolamento di ateneo che non prevede il voto deliberativo per la rappresentanza studentesca in Senato Accademico. E’ quanto mai paradossale che nell’organo politico e di maggior importanza dell’unico Ateneo lucano la rappresentanza studentesca, che solo in quest’ ultima tornata elettorale ha visto l’aumento da due a quattro componenti, non abbia voto deliberativo ma debba ridursi a rappresentanza con ruolo consultivo. Una nuova cittadinanza studentesca passa necessariamente attraverso il peso della rappresentanza nell’organo di maggiore importanza dell’Unibas.

Chiediamo pertanto un impegno forte e deciso da parte di tutte le altre componenti studentesche per mettere in campo questa battaglia di rappresentanza e cittadinanza, che vede i quasi 10000 studenti dell’UniBas coinvolti direttamente.




permalink | inviato da il 2/2/2006 alle 15:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


15 dicembre 2005

Contraccettivo alternativo...

Oltre 400 giovani universitari e non, con il nastrino rosso simbolo della lotta all'AIDS, hanno partecipato ieri sera al primo evento targato Lucanianet_Students.
La grande partecipazione di ieri sera - dichiara Francesco Perone Presidente di Lucanianet.it - ci da un forte segnale di quanto siano cambiati i modi della partecipazione alla vita sociale e alla discussione dei grandi temi.I giovani lucani -prosegue Perone nella nota- quelli che noi amiamo definire giovani lucani europei, ci dimostrano come sia lontao l'idea che questa sia una generazione che non risponde positivamente alla domanda di partecipazione e che si dimostra estremamente interessata e vogliosa di dare il proprio contributo, volendosi mettere in rete.

La rete è il luogo attraverso il quale si tenta di diversificare l’offerta politica intercettando, rappresentando e rispondendo ad un variegato mondo giovanile che si articola in passioni, interessi e opportunità.La rete favorisce, quindi, una maggiore partecipazione e ci mette nelle condizioni di decodificare e interpretare i messaggi e i cambiamenti dei giovani lucani; questa lettura ci consente di calibrare in maniera più efficace la nostra proposta politica.
L'iniziativa rientra nel piano azioni del movimento che ormai da diversi mesi sta lavorando in regione su diversi fronti.




permalink | inviato da il 15/12/2005 alle 13:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 dicembre 2005

Students party....



siete tutti invitati...non meno di uno...




permalink | inviato da il 11/12/2005 alle 12:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


18 settembre 2005

Settembre...Riparte Students

 



CHI SIAMO

Lucanianet Students è un movimento di giovani che  nell’Università di Basilicata ha voglia di maturare insieme agli studenti e al complesso UniBas tutto. La nostra università, nonostante il notevole sviluppo che ha avuto nei suoi vent'anni di vita, deve auto-valutarsi e risolvere problematiche che altrimenti rischiano di superare la soglia dell'irreversibilità.

Oggi come oggi è facile cavalcare l'onda dell'apoliticismo, che si racchiude in una volontà apartitica dei singoli e in genere dei gruppi. Alcuni di noi pensano che la politica sia l'arte del possibile, altri che sia qualcosa che non deve interporsi tra la libertà dei singoli di vivere la democrazia pur non facendo parte di uno schieramento definito. Alcuni di noi pensano che la politica abbia deluso le aspettative, altri che purtroppo sia la società tardo decadente che non abbia voglia, o possibilità, di migliorare la propria condizione.Pensiamo che per risolvere i problemi si debba interagire con le Istituzioni, nel momento in cui questo avviene per il senso comune, si sta facendo politica.

Quello che si deve eliminare è l'opportunismo a cui questo può portare, o lo sfruttamento in genere del contesto.Quello che tutti noi pensiamo è che la pluralità di idea sia una forza,l'omologazione una perdita di libertà.Siamo convinti che nel proprio percorso formativo tutti devono avere la possibilità di far sentire la propria voce, il proprio dissenso e tutti devono poter proporre, ma soprattutto tutti devono essere ascoltati.

Un altro presupposto della nostra azione è quello di lavorare insieme alle altre associazioni esistenti perchè la finalità è comune : migliorare la nostra condizione, sperare che il tempo che passiamo in questa anticamera della società sia minore possibile, che l'Università ci metta nella condizione migliore per far sì che ciò avvenga e che ogni studente abbia le giuste competenze.

Il principio base è il rispetto delle idee, come delle persone, delle proposte, come delle azioni, ecco la nostra proposta.Il primo passo della nostra idea è realizzare la rete dei diritti per gli studenti universitari che frequentano l’Unibas.

Un risultato ottenibile,"disturbando" le Istituzioni, è quello instaurare un rapporto costante con la città di Potenza, le Province di Potenza e di Matera, la regione Basilicata in modo da poter discutere le problematiche studentesche con i soggetti ( Università o Enti ) di effettiva competenza.C'è la reale possibilità di avere una serie di agevolazioni, tra cui quella sui trasporti e sulle iniziative culturali. Paripasso, i servizi di trasporti dovrebbero promuovere una tariffa integrata ( ex. a PZ per autobus e scale mobili  ), nonché le tariffe orarie perchè i biglietti a corsa unica sono sicuramente obsoleti e svantaggiano gli utenti, svantaggiano nella fattispecie noi studenti. In più dovrebbero essere previste, a livello provinciale delle agevolazioni Extra-Ardsu per gli studenti delle due province.

L'Università degli Studi di Basilicata è organizzata in quattro Facoltà : Lettere e Filosofia, Agraria, Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali ed Ingegneria. Lo stato di salute dell'Università può essere indicizzato mediante ciò che gli studenti dicono, toccando così la fronte delle facoltà, per vedere se scottano.

Ci sono alcuni problemi che riguardano un pò tutti, come la mensa, i trasporti-parcheggi, l'informatizzazione,l'efficienza della riforma, che abolisce di fatto i corsi quinquennali e dà vita ad una serie di lauree di primo livello seguite a ruota da una "laurea specialistica". Ulteriore volontà, è dar vita alla cosiddetta Y. 1 anno comune a tutti, e poi la scelta. Due anni e sei “laureato” o  in alternativa quattro anni per laurearti. Devi deciderti, il primo percorso è professionalizzante [?], il secondo ...

Questo sistema, che doveva formare prima e favorire l'ingresso nel mondo del lavoro, unito alla nuova riforma Biagi fa si che i laureati vedano scorrere sulle proprie tempie sudori freddi : vista la formazione, al massimo da buoni tecnici, non possono farsi valere nel mondo del lavoro come vorrebbero.

Che dire delle tasse ?

In Basilicata non eccessive, quindi l’università è accessibile , quindi possibilità generalizzata, quindi diritto allo studio per tanti. Che dire della mensa? Qualcuno dice che la fila, fra un pò, partirà da Macchia Romana ( un polo dell'università ) e arriverà al Francioso ( l'altro polo ).

Anche se criticata, l'organizzazione in poli, visto il clima Potentino, è effettivamente coerente. Il Polo Nord, il Francioso, è suddiviso in ulteriori due poli, uno in via Nazario Sauro e l'altro in Via Acerenza. Via Nazario Sauro è la sede effettiva della Facoltà di Lettere e Filosofia ( ricordando Bobbio ), mentre via Acerenza, nel vecchio polo l'aula più grande è stata adibita a biblioteca con notevoli disagi per gli studenti, sia a livello fisico, che formativo visto che la biblioteca per gli studenti di lettere è come il sole per le piante.

Nella Facoltà di ingegneria si rischia il crack dovuto ad un sovraffollamento sia di studenti, che di corsi. Problemi di spazio e tempi, quindi problemi didattici. Tutto questo si scontra con scelte opinabili quali l'attivazione del corso di Ingegneria delle Telecomunicazioni, che per ora non crea notevoli problemi, visto che il primo anno è comune a tutti gli indirizzi, ma domani cosa succederà?

Anche nella Facoltà di Scienze i problemi  sono notevoli. Alcuni corsi, come quello di Biotecnologie, vivono un’incertezza d'identità che andrebbe risolta. Gli studenti sono costretti a successive migrazioni ad Agraria o addirittura al Francioso. L'illusione del primo anno, aule spaziose e corsi accessibili, viene distrutta già dal secondo : nuovo lotto di agraria, condizione igieniche pietose, barriere architettoniche impietose. C'è da dire che qualcosa è stato risolto : i riscaldamenti sono stati accesi, quindi ragazzi di Biotech...via i giubbotti!

La situazione di Agraria... Miriadi di corsi attivati, alcuni poco frequentati. Il malessere crescente anche perchè le illusioni del primo anno, vengono smentite nel secondo. Lì la biblioteca è a due passi dalla facoltà, ma la gamma è tutt'altro che vasta. Già al secondo anno ti rendi conto che la biblioteca è un optional...ogni volta che richiedi un libro, è già in prestito. Non è nè un'esasperazione, nè polemica. Basta unire il bacino di utenza con le potenzialità del servizio per rendersi conto che è inadeguato alla richiesta.

Quindi a vent'anni e poco più dalla nascita dell'UniBas c'è molto da lavorare, insieme, studenti ( il vero patrimonio che qualunque finanziaria non può tagliare), docenti e tutti i soggetti che gravitano intorno a quello che può diventare il propulsore della Basilicata, oppure la zavorra lucana.Senza negare l'evoluzione straordinaria che questo Ateneo ha avuto, probabilmente inaspettata, bisogna far i conti con i problemi che non sono irrisolvibili, ma che necessitano di una buona dose di auto-critica da parte dei centri decisionali e che fanno comprendere che in una società democratica e civile sono tanti gli attori della crescita sociale.

La nascita dell’associazione LUCANIANET STUDENTS vuole essere una risposta forte a due problemi fondamentali dell’università di Basilicata:

1.     Mancanza di centri ed organizzazioni studentesche capaci di porsi al servizio  dello studente, in maniera tale da semplificare ed agevolare il suo vivere quotidiano all’interno dell’Ateneo Lucano.

2.     Assenza di centri di aggregazione studentesca volti allo sviluppo di attività culturali e ricreative capaci di offrire agli studenti  nuove importanti opportunità  di interazione sociale.

3.     Scarso rapporto con il mondo dell’economia (“pensare globale e agire locale”).

  I SERVIZI
 Carta dello studente

l'iniziativa permetterà agli studenti dell’ Ateneo Lucano di fruire in modo agevolato dei servizi culturali offerti dalle città (teatro, cinema, concerti, musei) e di godere di sconti presso negozi ed attività mirate al mondo giovanile, in tutto almeno 40 punti convenzionati nelle città di Potenza e Matera.
La carta dello studente sarà distribuita gratuitamente  da LUCANIANET STUDENTS a tutti gli studenti che ne facciano richiesta.
La Carta dei servizi è inoltre uno strumento che permetterà agli enti culturali (musei, teatri, cinema, associazioni) di informare gli studenti delle proprie iniziative attraverso il sito internet www.lucanianet.it , che sarà costantemente aggiornato su eventi culturali e iniziative per gli studenti.

 Controguida dello studente

L’iniziativa consisterà nella pubblicazione di un piccolo opuscolo di orientamento e di indirizzo per tutti gli studenti dell’Ateneo Lucano. Esso sarà redatto da gruppi di studenti con più esperienza e si rivolgerà prevalentemente a chi è ai primi passi della sua carriera universitaria in Basilicata. La controguida, divisa in sezioni dedicate alle diverse facoltà, si occuperà sia di aspetti più chiaramente legati al mondo accademico, ad esempio come affrontare determinati esami o come costruire il proprio piano di studi o ancora come accedere ai servizi offerti dall’università ( mensa, biblioteca, progetti Erasmus) sia di aspetti più generali e legati al vivere quotidiano nelle città che ospitano l’università ( appuntamenti culturali e ricreativi da non perdere, come divertirsi in città)

 
Sportello Informastudente
 
Questo strumento permetterà agli studenti dell’Università della Basilicata di ottenere un importante ausilio nel rapporto quotidiano con la burocrazia dell’Ateneo. Questo, gestito da studenti più avanti nel loro percorso formativo, cercherà di minimizzare quel gap di informazioni che spesso non consente agli studenti di esercitare molti dei loro diritti.
Con il tramite dell’informastudente  verranno infatti pubblicizzate tutte quelle opportunità che l’università e le città offrono agli studenti ( ad esempio come concorrere alle borse di studio, come usufruire di agevolazioni sul servizio mensa e sui trasporti, come concorrere alla assegnazione di lavori part time offerti dall’università).  Allo sportello informastudente inoltre sarà possibile rivolgersi per cercare una soluzione al problema degli alloggi,  rispetto ai quali si lavorerà alla costruzione di un database di domande ed offerte. Lo sportello informastudente, in collaborazione con l’ufficio relazioni internazionali dell’università e con altre organizzazioni che si occupano di scambi internazionali (GIOSEF), lavorerà con forza nel senso di una internazionalizzazione dell’Università di Basilicata. Saranno in tal senso fornite agli studenti descrizioni dettagliate sulle reali opportunità offerte dal progetto di scambio Socrates Erasmus e sulle le altre importanti opportunità di studiare all’estero offerte dalla Comunità Europea.+
 

Placement Office

Questa struttura avrà la finalità di  offrire agli studenti ed ai laureati dell’Università della Basilicata  servizi di orientamento e formazione per favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro. Le iniziative saranno dirette prevalentemente agli studenti del III e IV anno del corso di laurea ed ai neolaureati.
Il Placement Office raccoglierà in una banca dati  i curricula di laureandi e  laureati dell’Ateneo Lucano che verranno periodicamente inviati alle aziende e messi a disposizione di enti o istituzioni che ne facciano richiesta. 
L’archivio consentirà ricerche mirate e tempestive per  tirocini o occasioni di lavoro.
Il Placement Office raccoglierà e diffonderà informazioni e notizie utili sul mondo del lavoro e le sue opportunità.
Saranno messi a disposizione  manuali di orientamento, riviste specializzate, depliant sulla formazione post-laurea per supportare studenti e laureati nelle scelte professionali e formative successive alla laurea.
Il Placement Office segnalerà, inoltre, bandi di concorso, offerte di stage e tirocini, occasioni di lavoro.

LE ATTIVITÀ RICREATIVE E CULTURALI
 

L’associazione LUCANIANET STUDENTS si impegnerà con forza anche per migliorare la vita degli studenti dell’Università di Basilicata dal punto di vista  culturale e ricreativo.In questo senso verranno organizzate una serie di iniziative volte all’interazione sociale ed alla crescita culturale degli studenti.

Feste e spettacoli

Queste rappresentano un momento essenziale per l’aggregazione sociale degli studenti. Alcune di esse dovranno essere organizzate, con la collaborazione dell’università nelle strutture dell’Ateneo. ( ad esempio Festa della matricola, Festa di Natale). In esse si cercherà di valorizzare e stimolare il potenziale artistico degli studenti. (Ad esempio Festa della Musica con esibizione di gruppi di studenti universitari)

Studenti lucani fuori sede
 
Iniziative di questo tipo rappresenteranno un importante mezzo di contatto e di scambio tra le  diverse università italiane. Un ruolo importante in questo senso verrà ricoperto dalla numerosa comunità di studenti lucani delle altre università d’Italia.
 
students@lucanianet.it




permalink | inviato da il 18/9/2005 alle 16:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

sfoglia     dicembre       
 

 rubriche

Diario
students
L'ho detta grossa...
Scuzza
Il Bombarolo
onthepress
Videopost
Il politico comunicatore
Le interviste
Basilicata I love You
caffè democratico
bSide
Stand for Change

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Sergio Ragone Tv
I MIEI VIDEO
CASA
Nicola Limodio
Mattia
in attesa che torni Cup
Gianni Pittella
Giovanni Calia
GdPolicoro
PdGiovaneEuropa
Sirdrake
Orfini
Gianni Pittella
Pd Basilicata
Angelo Petrosillo
Emma/o
Antonio Cimadomo
Fabrizio d'Esposito
Giuseppe Granieri
Giuseppe Vinciguerra
Enzo Amendola
Michele Grimaldi
Brando
scrooge
Una Trentenne
Astronik
funnyg
Diario Estemporaneo
Un giovane presidente
Pier Maran
Simona Melani
La città futura
Roberta Capone
Giosef Basilicata
Pierluigi Regoli
Pennarossa
Italianieuropei
Massimo D'Alema
Radio APP
Ass. Identità lucana
Salvatore Adduce
Regione Basilicata
LeftWing
Pietro Dommarco
Il quotidiano della Basilicata

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom