Blog: http://sergioragone.ilcannocchiale.it

Come sei veramente

La mia Basilicata è una terra forte e sincera. E' una terra in cui si respira l'odore del grano, l'odore del mare e quello della neve. E' la terra del rimorso, quella di De Matrino, è la terra del fare e del costruire. E' la terra del dolore ma è la terra della gioia. La mia Basilicata è la terra dei giovani, di quelli che restano e di quelli che partono. E' la terra dell'acqua e del petrolio. E' la terra dove la sua gente sa dire di no, ma è una terra responsabile e matura. Meno di 700.000 anime popolano la mia terra. La mia Basilicata è la terra della rabbia e dell'orgoglio. La terra dove ognuno si sente a casa sua, perchè questo pezzo di europa mediterranea è la casa di tutti ed ospita tutti. La mia Basilicata ha il volto di mia madre ed il sorriso di mia sorella. E' il lavoro di mio padre. E' una terra genuina, è una terra in cui la globalizzazione fa sentire il suo peso, le fabbriche chiudono e la chimica non va più. E' la terra che mi sta vedendo crescere ed io vedo crescere lei. La mia Basilicata è la terra di chi vuole farcela, di chi spinge la porta per entrare, con il suo talento, con la sua passione, con la sua voglia di futuro. E noi non vogliamo essere avidi di futuro. Nella mia Basilicata vedo la voglia di una generazione di essere protagonista del futuro della nostra regione. E questo è amore, questa è la vera ragione che porta molti di noi a rimanere qui, e porta molti di noi a voler tornare qui.

La mia Basilicata purtroppo va spesso in Tv e sui giornali, per colpa delle veline o per altre ragioni. Sistematicamente come se ci fosse un'orologio la mia Basilicata assurge agli onori della cronaca per cose che certo non le fanno onore. Le prime grandi inchieste si sono sgonfiate, ora ne è in corso un'altra, rumorosa, che parte dalla Calabria e che mischia "il ladro, il poliziotto, ed il legislatore". Vediamo come andrà a finire, ma vorrei solo dirvi che la Basilicata è altro e nessuna inchiesta e nessuna velina può macchiare la sua storia , la sua cultura, il suo futuro.

Pubblicato il 28/2/2007 alle 1.9 nella rubrica Basilicata I love You.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web