Blog: http://sergioragone.ilcannocchiale.it

fuori dalla stanza

Sia Gianni Cuperlo che Gianni Pittella fanno sui loro blog un'analisi ampiamente condivisibile e molto reale sul dopo voto per il Partito democratico. Nel post di Cuperlo ci sono gli stessi interrogativo che spesso ci poniamo su questo blog e che dal 14 aprile spesso ritrovo tra i commenti dei democratici italiani dentro e fuori la blogosfera. Pittella dal suo canto rlancia alzando l'asticella della sfida plitica un livello più in alto verso la concretizzazione del Pd nei territori e verso il nuovo grande appuntamento elettorale che ci aspetta: le elezioni europee.Quelle senza voto utile. Senza nulla togliere agli altri commentatori della politica mi sambra che le parole dei due Gianni siano al momento le più efficaci e comprensibile e che sgombrano il campo da eccessivi giochi di parole di sapore doroteo, lascito questo delle tradizioni politiche del '900 che spesso ritorna come pratica della mala/comunicazione politica.

E' da qui quindi che bisogna partire, è dalla discussione sulla forma del partito, sul suo ruolo e la sua missione in Italia ed in europa che bisogna rilanciare con decisione la spinta del Pd. Un Pd che sia forza di massa, che sappia ascoltare e dar risposte. Un Pd con lo sguardo rivolto in avanti ed i piedi ben piantati per terra. Un Pd che non rinunci alla discussione ed all'analisi anche viscerale del dopo elezioni. Un Pd che sappia essere forza politica di rappresentanza e di innovazione. Un partito che sia un partito, moderno nelle sue forme e nelle sue proposte, innovatore nella sua azione. Un Partito che decide e non solo un Partito che discute, come si è tentato di fare mettendo in campo i gruppi di discussione online dei quali non ne abbiamo traccia. Un Partito che faccia quello che oggi sta succedendo nella blogosfera: discute, analizza, rende partecipi, ragiona. Ed anche in questo il web ci dice che c'è più democrazia sulla rete che nei partiti.

Di questo vorrei che si discutesse a Blogpolitik'08, con Gianni Cuperlo e Gianni Pittella se lo vorranno e con coloro che tengono a cuore il destino del Partito Democratico. Le elezioni sono finite, fuori dalla stanza!

Pubblicato il 2/5/2008 alle 0.1 nella rubrica Il politico comunicatore.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web